Saalbach Logo
24. Hervis MOUNTAIN ATTACK
14. Jänner 2022
38 Days
21 Hours
15 Minutes
27 Seconds
Loading...

Vorläufige Startliste / preliminary start list / lista di partenza preliminare

Startliste

Cari Amici di Mountain Attack

Organisator Roland Kurz

Un virus tiene il mondo con il fiato sospeso da circa 18 mesi. A metà dicembre 2021, abbiamo ricevuto la notizia scioccante dal governo federale che tutti gli eventi invernali saranno vietati e che ci deve essere un altro "blocco". Purtroppo non potevamo nemmeno pensare di realizzare il Mountain Attack 2021, nonostante fossimo già “pronti per la gara”, perché a causa del periodo natalizio dobbiamo avere tutto pronto entro metà dicembre. Il risultato non fu solo una perdita emotiva, ma anche un'enorme perdita finanziaria. Un rinvio era impossibile, poiché nessuno poteva dire se gli eventi avrebbero potuto svolgersi anche nell'inverno 20/21. Ora sappiamo: sfortunatamente non ci sono stati più eventi in Austria.

In primavera ed estate finalmente tornano gli eventi all'aperto. Oltre ai grandi eventi come il Campionato Europeo di Calcio, la Formula 1 o i Giochi Olimpici, molti altri eventi sportivi locali, nazionali e internazionali hanno avuto luogo e continuano a svolgersi. E questo è buono!

Un grande ringraziamento a tutti i colleghi organizzatori che sono estremamente impegnati qui e dimostrano più e più volte che molto è possibile con buoni concetti. Ora è stato finalmente riconosciuto ufficialmente che le infezioni all'aria aperta, soprattutto negli sport individuali, sono quasi impossibili. Tali eventi sono ora parte della soluzione. Purtroppo stiamo già assistendo ai numerosi danni collaterali – dovuti soprattutto alla mancanza di salute/esercizio/sport – che sicuramente aumenteranno ulteriormente. La maggior parte degli organizzatori ha un concetto di prevenzione ben congegnato con il quale puoi viaggiare in sicurezza. Per i partecipanti il ​​rispetto delle regole è già diventata un'abitudine, perché tutti vogliono tornare a fare sport e non solo allenarsi da soli. La passione nello sport, il comune e il misurarsi con gli altri deve tornare ad essere un'abitudine.

Sfortunatamente, dipendiamo ancora in qualche modo dalle decisioni dei governi federali, che ci danno il quadro in cui possiamo muoverci. Se non andiamo d'accordo, siamo finiti economicamente.

Da un punto di vista attuale, la regola 2G sarà applicata al Mountain Attack del 14 gennaio 2022, cioè vaccinato/guarito o con un test PCR attuale (vedi informazioni >> Covid Misure). Questo per la vostra sicurezza, per quella di colleghi e dipendenti e, soprattutto, per la regione come meta turistica. Tuttavia, non sappiamo tutti come andranno le cose in autunno/inverno. Tutti i segnali (e lo si vede già in alcuni paesi europei) vanno nella direzione dell'1G.

Quanto sia sensato questo per uno sport individuale all'aria aperta, vorrei non giudicare a questo punto. Il fatto è, però, che la regola 1G potrebbe arrivare prima del previsto, e ognuno è personalmente libero di essere alla partenza secondo le condizioni date e di far sì che questa scada in tempo.

Per il nostro amato sport, il 18 giugno 2021 ha fatto probabilmente scalpore. Dopo tanti anni di discussioni, il CIO ha confermato che lo scialpinismo sarà inserito come ulteriore sport nel programma delle Olimpiadi Invernali 2026 a Cortina/Milano. Questo può essere visto come un'ulteriore spinta motivazionale per i giovani e, naturalmente, per le star affermate della scena internazionale. Personalmente sono molto contento di questa decisione. Aprirà nuove porte a tutti noi: organizzatori di gare, atleti, allenatori.

Non da ultimo per questo, ci siamo già concentrati sui giovani con il previsto Junior Sprint nel 2021 e lo stiamo facendo anche quest'anno in stretta collaborazione con il nostro consigliere di Stato di Salisburgo Stefan Schnöll.

Quest'anno è sicuramente richiesta flessibilità da parte di tutti. Come organizzatori, partecipanti e sponsor, dobbiamo prepararci a modifiche da apportare con breve preavviso. Grazie in anticipo per la comprensione di tutti i soggetti coinvolti e vi auguro grande preparazione e tanto divertimento al 24° Hervis Mountain Attack a Saalbach-Hinterglemm,

tuo

Roland Kurz
organizzatore

LR Stefan Schnöll, Sportlandesrat SalzburgEDITORIALE - LR Stefan Schnöll
Cari amici sportivi!

In qualità di assessore statale allo sport del Salisburghese, sono particolarmente lieto che quest'inverno l'attacco alpino di Saalbach-Hinterglemm abbia luogo per la 24a volta. Dopo la cancellazione dello scorso anno a causa della corona, quest'anno è ancora più importante che i grandi eventi possano aver luogo di nuovo, un importante segno di vita per lo sport nazionale.

Con un ampio campo di partenza internazionale, il Mountain Attack è da anni una parte importante degli sport invernali e un enorme arricchimento per la regione sportiva di Salisburgo. Oltre alle tre principali competizioni Marathon, Tour e Schattberg Race, quest'anno un evento molto speciale attende i nostri giovani atleti con il 1° Mountain Attack Junior Sprint.

In una modalità di gara speciale, un totale di 32 atleti junior si contenderanno il primo titolo sullo Schattberg. La migliore promozione possibile dei nostri giovani atleti è particolarmente importante per me in qualità di assessore allo sport. Ecco perché sono molto lieto che ai nostri giovani atleti venga assegnato il proprio palcoscenico in questo evento, che noi come Stato di Salisburgo siamo ovviamente felici di sostenere.

Vorrei ringraziare molto, molto calorosamente l'organizzatore Roland Kurz e il suo team per l'organizzazione professionale e la gestione del Mountain Attack. Vorrei anche esprimere un grande ringraziamento ai numerosi partner, sponsor e aiutanti di questo evento, senza i quali un tale evento non sarebbe possibile. Auguro a tutti gli atleti ogni successo per il Mountain Attack di quest'anno e non vedo l'ora di gare entusiasmanti!

Mag. Stefan Schnöll
Assessore di Stato allo Sport

Difficile, ancora piú difficile,
Hervis Mountain Attack

Ventidue anni fa Roland Kurz dell‘agenzia eventi salisburghese NMC, organizzò per la prima volta il Mountain Attack. Nel 1999 sia gli organizzatori sia i partecipanti furono presi per folli, nel loro intento di correre su per una montagna ripidissima e poi scendere il più veloce possibile con indumenti estremamente leggeri.

Nel frattempo scalare montagne è diventato uno sport sempre più seguito fino a diventare parte fissa degli eventi sportivi Questo cambiamento si sente anche nell‘ambito economico soprattutto per i negozi sportivi specializzati. Infatti sempre più persone scoprono la passione per le scalate di montagna, sia come piacere, hobby oppure come agonismo. Indipendente- mente dallo stato economico delle persone, tutti possono praticare questo sport, alche si sta formando addirittura una nuova forma di turismo. Questo trend crescente si può osservare nelle 25000 pernottazioni nella valle Glemm, facendo affiorare non solo l‘economia locale.

ULTERIORI INFORMAZIONI

La gara di sci alpinismo più grande e dura dell'Austria
Iscriviti ora